Scansione – Fine Art Labo
Fotografia analogica e fotografia digitale non sono contrapposte, bensì al contrario rendono il massimo se usate l’una al sostegno dell’altra. Il “Sistema Ibrido” permette di intersecare le attività e ottenere un processo dedicato allo scopo.
E’ possibile quindi attraverso le dovute conversioni, partire da un file e finire con una stampa alla gelatina d’argento oppure partire da una pellicola e scansionarla in modo da ottenere un file che nessuna fotocamera è in grado di produrre grazie alle sorprendenti caratteristiche dei moderni scanner professionali.

Acquisizione trasparenti e opachi

SCANSIONI PROFESSIONALI CON IMACON FLEXTIGHT PRECISION III
Scansione realizzata con Imacon Flextight Precision III, scanner a tamburo virtuale, gamma dinamica di altissimo livello, colori a 14 bit per canale (42bit totali), 4.2 Dmax in una sola passata, su pellicole medio formato e grande formato.
I formati scansionabili sono sia negativo che diapositiva, colore o BN:
  • PICCOLO FORMATO: 24×36 file fino a 120Mb
  • MEDIO FORMATO: 6×6 – 6×7 – 6×9 file fino a oltre 500Mb
  • GRANDE FORMATO: 10×12 – 13×18 file fino a 650Mb
La scansione può essere di due tipi:
SCANSIONE FINITA – viene consegnato un file tiff a 16 bit, alla massima risoluzione, convertito secondo i profili della pellicola corrispondente e con un minimo di correzione dei toni.
SCANSIONE CONSERVATIVA – viene creato un file 3F, un negativo digitale alla massima risoluzione, contenente tutte le informazioni estraibili dalla pellicola, permette di esportare più volte il file tiff tramite il software gratuito FLEXCOLOR, potendo correggere il tono e i colori con un controllo assoluto.
Esempio di acquisizione con Scanner IMACON FLEXTIGHT PRECISION III da pellicola Kodak Portra medio formato.

richiedi il listino